This article is also available in englishespañol, Deutsch, français, and italiano.

Con oltre 90 partecipanti già iscritti da 18 Paesi, l'evento si preannuncia un'opportunità unica per condividere opinioni e approfondimenti sull'inclusione dei giovani e dei bambini migranti nelle comunità locali in Europa.

Visti l'interesse nel seminario e il tema, lo European Social Network offre l'opportunità di registrarsi sia a privati che a enti che dimostrino interesse e know-how sull'argomento. La registrazione prevede la compilazione di questo modulo che contiene anche informazioni aggiuntive. Il termine per la registrazione è l’8 ottobre.

Il programma

Sulla base di un questionario redatto a inizio2017, l'ESN ha raccolto dati ed esempi di come i servizi sociali pubblici locali supportino l'inclusione e la transizione verso la vita adulta dei minori non accompagnati e dei giovani migranti nei vari Stati europei.

Oltre alle prassi locali, saranno presentati alcuni quadri normativi  iniziative internazionali ed europeeper offrire una visione più ampia degli strumenti internazionali sviluppati a sostegno dei minori non accompagnati e dei giovani migranti.

Finora le organizzazioni internazionali che hanno confermato la presenza sono la Commissione europea, l'Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali, l'OCSE, l'OMS e l’Unicef.

Parteciperanno altresì al dibattito il Ministero della sanità e degli affari sociali e altri rappresentanti di enti locali, autorità nazionali, ONG e media svedesi.

L'ESN è particolarmente interessato a ospitare, in occasione del seminario, persone con un'esperienza diretta di immigrazione, finanziandone la partecipazione. In caso di interesse diretto, o se si conoscono persone potenzialmente interessate, consultare le informazioni più dettagliate sul sito web dell'ESN.

Ulteriori informazioni sul programma e sugli oratori sono consultabili su questa pagina.

L'operato dell'ESN sui minori non accompagnati

L'ESN si occupa di minori non accompagnati e di giovani migranti dal 2005, anno in cui è stata pubblicata una prima relazione sul tema dell'inclusione sociale dei giovani immigrati e richiedenti asilo. Alcuni degli aspetti evidenziati nella prima relazione sono ancora valevoli oggi e, anzi, ancor più pertinenti, visto il gran numero di giovani e minori non accompagnati che ha raggiunto gli Stati membri dell'UE dal 2015. L'ESN ha quindi pubblicato una seconda relazione nel 2016, analizzando l'impatto della crisi dei rifugiati sui servizi sociali pubblici locali in Europa, e ha affrontato il tema del supporto ai minori non accompagnati in occasione del lancio della pubblicazione “Investire nei servizi all'infanzia: migliorare i risultati”.

Risorse:

Video

Pubblicazioni

In "The Guardian":

Articoli: